Equitalia: la prescrizione dei crediti previdenziali

By Mag 04, 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)
Una recente sentenza del tribunale di Como, torna sull'argomento relativo alla prescrizione dei crediti previdenziali.
La sentenza ricorda che nel caso in cui vi sia stata una corretta notifica di cartella di pagamento Equitalia e che il contribuente non abbia presentato opposizione,  i crediti previdenziali hanno saranno prescritti in cinque anni.

Allo stesso modo, in caso di notifica un pignoramento Equitalia in forza di crediti dell’Inps o dell’Inail che si riferiscono a somme dovute da più di cinque anni, il contribuente-debitore può proporre opposizione al tribunale ordinario (sezione lavoro) per far annullare l’esecuzione forzata, in quanto il credito è ormai prescritto.

E', inoltre, necessario che, nel corso dei cinque anni, Equitalia non abbia notificato atti interruttivi della prescrizione, come ad esempio un’intimazione di pagamento: questi ultimi, infatti, avrebbero l’effetto di far decorrere il termine di prescrizione nuovamente da capo a partire dal giorno successivo alla loro consegna al debitore.

Nel caso in cui sia intervenuta una sentenza di rigetto di un eventuale ricorso, la prescrizione sarebbe di 10 anni, perché tale è il termine di prescrizione delle sentenze di condanna



Leggi anche: 

Equitalia: impugnabile l'estratto di ruolo

Equitalia: il condono delle cartelle esattoriali

Equitalia: la sospensione delle cartelle esattoriali



      
Letto 896 volte