Aziende agricole: credito d'imposta per l'e-commerce

By Ott 26, 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)
L ’articolo 4, comma 1 del DM n. 273/2015 ha previsto un credito d’imposta rivolto alle imprese agricole per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche, esclusivamente finalizzate all’avvio e allo sviluppo del commercio elettronico.
Il credito d’imposta per l’e-commerce di prodotti agricoli è rivolto alle cooperative, alle PMI ed ai consorzi.

Sono ammissibili le spese per:
  • Sviluppo di database e sistemi di sicurezza;
  • Dotazioni tecnologiche;
  • Software;
  • Progettazione e implementazione;


Per aver diritto al credito d’imposta per l’e-commerce di prodotti agricoli imprese, cooperative o consorzi devono realizzare le spese nel periodo d'imposta dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016.
Le spese dovranno fatturate e quietanzate e sono agevolabili al massimo fino al loro valore di mercato.
 
Il pagamento delle spese oggetto del  credito d’imposta per l’e-commerce di prodotti agricoli, deve essere effettuato necessariamente utilizzando il sistema SEPA ed i titoli di spesa devono riportare nella dicitura un riferimento esplicito al credito d’imposta previsto a valere sul DM n. 272/2015.

Le istanze di ammissione al credito d’imposta credito d’imposta per l’e-commerce di prodotti agricoli possono essere presentate alla Direzione generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica – Ufficio Politiche di filiera (PQAI III), dal 20 febbraio al 28 febbraio 2017.

Nel caso in cui l’ammontare dei crediti d’imposta per l’e-commerce di prodotti agricoli complessivamente spettanti alle imprese per un determinato anno risulti superiore alle somme stanziate, il credito d’imposta spettante a ciascuna impresa verrà ridotto proporzionalmente, in base al rapporto tra l’ammontare dei fondi stanziati e l’importo complessivo del credito spettante.


Per maggiori informazioni CONTATTACI



Fonte: Mipaaf.








Scarica la nostra APP disponibile su  
Ott 26, 2016
Letto 783 volte