Bonus Casa: ecco cosa cambia

By Dic 12, 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)
Dalle ristrutturazioni al risparmio energetico, la Legge di Bilancio introduce significative novità per i lavori di recupero edilizio.

Le misure antisismiche

E" prevista una misura ordinaria (50% di detrazione per il 2017 e 36% dal 2018) che agevola tutti i lavori di messa in sicurezza per ogni tipo di immobile anche nelle zone 4, alla quale si abbina una misura rafforzata chi applica a case ed edifici produttivi nelle zone sismiche 1, 2 e 3. Tale agevolazione vale per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2021 e prevede una detrazione crescente in funzione dei miglioramenti antisismici per l’edificio: si parte con il 50% di sconto riconosciuto senza condizioni, si sale al 70% (75% per i condomìni) se si migliora di una classe di rischio sismico e si arriva all’80% (85 per i condomìni) se le classi scalate sono due. Viene ampliato anche il tetto di spesa da recuperare non più in dieci, ma in soli cinque anni.

Infine, per le detrazioni al 75 e all’85% legate a lavori antisismici in condominio, il beneficiario può cedere il credito d’imposta a fornitori o terzi.

L’ecobonus

Per il risparmio energetico, la legge di bilancio da un lato proroga fino al 31 dicembre 2017, le detrazioni Irpef/Ires del 65% riservate a chi interviene su singole unità immobiliari, dall’altro prolunga fino al 31 dicembre 2021 la detrazione del 65% per l’efficientamento energetico su parti comuni di edifici condominiali.

Per i soli lavori condominiali, però, vengono introdotte due maxi-detrazioni al 70 e al 75% riservate rispettivamente a chi interviene almeno sul 25% dell’involucro del condominio e a chi raggiunga almeno la qualità media di prestazione energetica ed estiva prevista dal Dm Sviluppo economico del 26 giugno 2015. Inoltre, anche per questo ecobonus maggiorato al 70 0 al 75% viene prevista la possibilità di cedere il credito d’imposta.

Un possibile problema potrebbe sorgere dalla norma che introduce un nuovo limite di spesa a 40mila euro parametrato sul numero di unità che compongono l’edificio. L"interpretazione della norma non sarà a favore dei contribuenti, potrebbe tradursi in una stretta sulla spesa agevolata.

Il 50% sui lavori

E" confermata senza modifiche per tutto il 2017 la detrazione Irpef del 50% per il recupero edilizio. L"agevolazione spetta ancora a chi sostiene le spese entro il 31 dicembre 2017 fino a 96mila euro per unità.

Bonus mobili

Sono prorogate fino a fine 2017 anche le agevolazioni per l’acquisto dei mobili e dei grandi elettrodomestici, ma solo se legate a lavori edilizi agevolati con il 50%. Non è stato invece confermato, e scadrà il 31 dicembre, il bonus mobili riservato alle giovani coppie under 35 che comprano casa.

 

Per maggiori informazioni CONTATTACI


Fonte: IlSole24Ore

 

  
Dic 12, 2016
Letto 660 volte