Illegittimo il licenziamento per GMO durante il periodo di prova

By Lug 17, 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
La Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimo il licenziamento comminato per soppressione del posto di lavoro, senza preventiva verifica della ricollocazione del dipendente all'interno dell'azienda.

Il datore di lavoro ha licenziato il dipendente per giustificato motivo oggettivo, in seguito ad una soppressione del posto di lavoro senza provvedere alla ricollocazione del lavoratore all'interno dell'attività.
Con sentenza n. 12967 del 23 giugno 2015, la Corte di Cassazione ha dichiarato la illegittimità del licenziamento per motivo oggettivo in quanto  il datore di lavoro non ha proceduto alla verifica della ricollocazione del lavoratore all’interno dell’azienda.

Inoltre, i giudici della Suprema Corte hanno ritenuto assolutamente irrilevante che il lavoratore fosse stato licenziato durante il periodo di prova, in quanto la motivazione ufficiale comunicata nella lettera di recesso è stata quella di soppressione del posto di lavoro e non di applicazione del principio di libero recesso nel corso del periodo di prova, previsto dall’art 2096.


Lug 17, 2015
Letto 1236 volte