Pubblicato sulla GU del 11 gennaio 2016 n.7 il decreto del 15 dicembre 2015 con il quale vengono definiti i dati contenuti nel modulo per le dimissioni e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.
Con sentenza 5 novembre 2015 n.22611 ,La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro ha ritenuto legittimo il licenziamento del lavoratore che non adempie alle indicazioni del superiore e si rende protagonista di un acceso diverbio, con tanto di ingiurie, in presenza di altri colleghi. 
Con sentenza 5 novembre 2015 n.22611 ,La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro ha ritenuto legittimo il licenziamento del lavoratore che non adempie alle indicazioni del superiore e si rende protagonista di un acceso diverbio, con tanto di ingiurie, in presenza di altri colleghi. 
In data 31/12/2015 terminano alcune agevolazioni previste dalla Legge 92/2012.  
Il D. Lgs 81/2015 abroga l'associazione in partecipazione con solo apporto lavorativo.
Dalla sentenza n. 23050/2015 della Cassazione emerge che l'avviso di accertamento emesso prima dei 60 giorni dalla richiesta di chiarimenti da parte dell'ufficio finanziario è nullo.
Dalla sentenza n. 23050/2015 della Cassazione emerge che l'avviso di accertamento emesso prima dei 60 giorni dalla richiesta di chiarimenti da parte dell'ufficio finanziario è nullo.
La Corte di Cassazione ritiene legittimo il licenziamento del dipendente che fuma spinelli e guarda il pc personale durante l'orario di lavoro.