AUTOIMPRENDITORIALITA' FEMMINILE - Finanziamenti agevolati.

Set 09, 2015
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 05 settembre il decreto attuativo sulle agevolazioni per autoimprenditorialità giovanile e femminile.

Si tratta di agevolazioni volte sia a sostenere la nuova imprenditorialità attraverso la creazione di piccole e medie imprese competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o  femminile, che a sostenerne lo sviluppo attraverso migliori condizioni per accesso al credito.

 

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese:

  • costituite in forma societaria da non più di 12 mesi dalla presentazione della domanda;
  • la cui compagine societaria è composta  per oltre la metà numerica di donne o giovani fra i 18 ed i 35 anni.
  • regolarmente iscritte nel Registro delle imprese;

 

Iniziative ammissibili

Sono agevolabili e iniziative che prevedano investimenti non superiori a 1.500.000,00 euro relativi:

  • alla produzione di beni ne settore industria o artigianato o trasformazione prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi;
  • commercio e turismo;

 

Spese ammissibili

Sono agevolabili le spese rientranti nelle seguenti categorie:

  • suolo aziendale;
  • fabbricati, opere murarie/edili, ristrutturazione;
  • macchinari, impianti ed attrezzature;
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione;
  • brevetti, licenze e marchi;
  • formazione specialistica dei soci;
  • consulenze specialistiche.

 

Agevolazioni

A tutti gli effetti si tratta di un finanziamento agevolato per gli investimenti a tasso pari a zero, della durata massima di 8 anni e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibili.

Il finanziamento sarà restituito dall'impresa beneficiaria, senza interessi, con un piano di ammortamento di rate semestrali costanti scadenti il 31 maggio ed il 30 novembre di ogni anni.




 

Procedura di accesso
L'apertura del termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definite dal Ministero con apposito provvedimento.

Set 10, 2015
Letto 1121 volte