Canone Rai anno 2016

Gen 20, 2016
Niente canone RAI in bolletta elettrica per le aziende e regole invariate per il canone speciale.
Quanto previsto dalla legge di Stabilità 2016 sul pagamento in bolletta elettrica del canone RAI ordinario riguarda esclusivamente i contribuenti privati.

La normativa prevista per il pagamento del canone speciale RAI per le aziende (negozi, uffici, alberghi…) resta invariata.

Per quanto concerne le utenze professionali, la novità riguarda la mancanza di possibilità di dare disdetta per suggellamento degli apparecchi.


Il canone RAI per i computer e gli altri device collegati non è dovuto soltanto se questi ultimi risultano privi di sintonizzatore TV. 
Pertanto, ogni apparecchio originariamente munito di sintonizzatore (es.: un televisore), anche se usato solo per guardare Dvd, paga comunque il canone speciale. 
Di contro, il classico computer connesso in rete, che in teoria consente la visione dei programmi RAI via Internet, è esente dal canone a meno che non sia anche sintonizzato con l’antenna televisiva o con la ricezione del segnale, terrestre o satellitare.

L’importo del canone speciale RAI varia per tipologia di attività (alberghi, altre strutture turistiche, esercizi pubblici, negozi e botteghe, banche, ospedali e cliniche, studi professionali, associazioni…). 

Inoltre dal punto di vista fiscale, le imprese possono indicare nella dichiarazione dei redditi il numero di canone speciale alla Radio o alla Televisione, in base all’articolo 17 del decreto legge 201/2011, portando così l' importo in deduzione dal reddito d’impresa qualora sussistano i presupposti fiscali ai sensi del dpr 917/1986.

 

Letto 1044 volte