Collocamento obbligatorio lavoratori disabili

Giu 14, 2016
L' articolo 3 L. 68/1999 prevede l'obbligo per i datori di lavoro pubblici e privati che occupano almeno 15 dipendenti, di avere alle proprie dipendenze lavoratori con disabilità nella misura di seguito descritta:

- aziende che occupano da 15 a 35 dipendenti: 1 lavoratore disabile;
- aziende che occupano da 36 a 50 dipendenti: 2 lavoratori disabili;
- aziende che occupano più di 50 dipendenti: 7% del personale dipendente.


In caso di assunzione con richiesta nominativa si avranno diversi limiti dimensionali:
- aziende che occupano da 15 a 35 dipendenti: 1 lavoratore disabile;
- aziende che occupano da 36 a 50 dipendenti: 1 lavoratore disabile;
- aziende che occupano più di 50 dipendenti: ammesso nel limite del 60% delle assunzioni obbligatorie.


Sono esenti dall'obbligo di assunzione:
- datori di lavoro pubblici e privati che operano nel settore del trasporto pubblico aereo, marittimo e terrestre (esonero solo per il personale viaggiante);
- datori di lavoro pubblici e privati che operano nel settore degli impianti a fune;
- datori di lavoro pubblici e privati che operano nel settore dell'autotrasporto (esonero solo per personale viaggiante);
- datori di lavoro pubblici e privati che operano nel settore edile (esonero solo per personale di cantiere e gli addetti al trasporto);
- datori di lavoro pubblici e privati che operano nel settore minerario.


I soggetti che possono essere iscritti alle categorie protette devono essere in possesso di una certificazione che attesti e descriva le capacità residue al lavoro.
L'attestazione viene rilasciata dalla commissione per l'accertamento delle capacità lavorative residue.

Rientrano nelle categorie protette:

- lavoratori con invalidità civile non inferiore al 60%(invalidità fisica);
- lavoratori con riduzione dell'attività lavorativa pari almeno al 45% (invalidità psichica);
- lavoratori invalidi dal lavoro riduzione dell'attività lavorativa pari almeno al 33%;
- lavoratori non vedenti;
- lavoratori non udenti;
- invalidi di guerra, invalidi civili di guerra, invalidi per servizio, vedove, orfani, profughi;
- vittime di terrorismo e criminalità.





Scarica la nostra APP disponibile su  
Giu 14, 2016
Letto 917 volte